Usufruisci del Bonus Baby-Sitting

Il Bonus Baby-Sitting può anche essere utilizzato per le iscrizioni in molti Centri Estivi. Scopri se ne hai diritto, dove utilizzarlo e come richiederlo.

richiesta

È attiva la procedura INPS per richiedere il nuovo bonus per servizi di baby-sitting introdotto dal Decreto Rilancio. Il contributo è stato elevato fino a 1.200 euro.

modalità

Chi aveva già utilizzato i 600 euro previsti dal Decreto Cura Italia può accedere alla differenza utilizzando il restante bonus nella vecchia o nuova modalità.

utilizzo

I genitori lavoratori possono utilizzare il bonus per pagare la baby sitter oppure per iscrivere i figli ai Centri Estivi e ai servizi per l’infanzia con frequenza fino al 31 luglio 2020.

Compatibilità

Il bonus è incompatibile con la fruizione, negli stessi periodi, del bonus asilo nido ed è alternativo alla fruizione del congedo con causale COVID per gli stessi periodi.

requisiti

Possono accedere al bonus i lavoratori e genitori di figli di età non superiore a 12 anni alla data del 5 marzo (senza limiti di età se disabili gravi). 

Si considerano lavoratori: dipendenti del settore privato; iscritti in via esclusiva alla Gestione separata; autonomi iscritti all’INPS; autonomi iscritti alle casse professionali. Inoltre, il bonus spetta anche al personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico impiegato per le esigenze connesse al COVID.

L’altro genitore non deve essere beneficiario di altre forme di sostegno al reddito per sospensione o cessazione dell’attività lavorativa, come: NASPI, CIGO, indennità di mobilità, eccetera. Non deve inoltre essere disoccupato o non lavoratore; può invece essere in Smart Working (Lavoro Agile).

Dal 5/03 al 31/07, i bonus spettano anche ai dipendenti del settore sanitario pubblico e privato accreditato, sempre alternativamente al congedo Covid, appartenenti alle categorie di medici, infermieri, tecnici di laboratorio biomedico, tecnici di radiologia medica, operatori sociosanitari. 

Come ottenere il Bonus Baby-Sitting

Credenziali

La procedura di domanda online per i bonus servizi di baby-sitting e centri estivi è disponibile sul sito dell’INPS, al seguente link.

Per prima cosa, occorre inserire le credenziali:

  • PIN ordinario o dispositivo INPS (non basta la procedura semplificata); 
  • SPID di livello 2 o superiore; 
  • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE); 
  • Carta nazionale dei servizi (CNS). 

In alternativa, si può richiedere il PIN all’INPS attraverso i seguenti canali:

  • servizio online Richiesta PIN; 
  • Contact Center (803 164 – 06 164164); 
  • Identity Provider SPID.

Per inoltrare la domanda si può ottenere assistenza sia dal Contact Center (ma sempre muniti di credenziali) e da Enti di Patronato.

Opzioni

Innanzitutto è necessario decidere se utilizzare il bonus per la baby sitter o per i centri estivi, scegliendo fra le seguenti due opzioni:

  • servizi di baby-sitting (bonus erogato alla tata mediante libretto famiglia);
  • comprovata iscrizione a Centri Estivi e servizi integrativi per l’infanzia (bonus versato al genitore, per intero o nella quota parte scelta), nel qual caso si allega la documentazione di iscrizione e di spesa. Il bonus è erogato tramite bonifico su conto corrente bancario o postale, accredito su libretto postale, carta prepagata con IBAN o bonifico domiciliato presso le Poste. Il destinatario del bonus deve corrispondere al titolare del conto.

Tipologie

Nella procedura per l’inoltro della domanda bisogna indicare ragione sociale e partita IVA (o codice fiscale) della struttura scelta, selezionando il codice identificativo tra le tipologie previste. Si possono dunque iscrivere i propri figli a:

  • Centri e attività diurne (L); 
  • Centri con funzione educativo-ricreativa (LA); 
  • Ludoteche (L1); 
  • Centri di aggregazione sociale (LA2); 
  • Centri per le famiglie (LA3); 
  • Centri diurni di protezione sociale (LA4); 
  • Asili e servizi per la prima infanzia (LB), Asilo Nido (LB1); 
  • Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia (LB2); 
  • Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia: spazi gioco (Lb2.2); 
  • Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia: centri bambini genitori (LB2.3). 

Utilizzo

Una volta ottenuto il bonus INPS, il genitore che sceglie i servizi di baby-sitter deve effettuarne l’appropriazione tramite Libretto Famiglia entro 15 giorni solari dall’accoglimento della domanda, per pagare prestazioni lavorative di baby-sitting svolte dal 5 marzo al 31 luglio 2020.

Per il bonus centri estivi e per l’infanzia, il genitore dovrà allegare alla domanda la documentazione comprovante l’iscrizione (ricevuta, fattura, altro), indicando i periodi (minimo una settimana o multipli di settimana), che non potranno andare il 31 luglio 2020, e l’importo della spesa sostenuta o ancora da sostenere.